an online Instagram web viewer | DMCA Request
  • ioteeilmare
    “Ehi, respira. Andrà tutto bene. “
    “ARIA” disponibile in tutte le librerie italiane.
    ORDINALO ORA. Clicca sul link blu qui in basso.
    @ioteeilmare

Photos and videos by @ioteeilmare on instagram

Mi piace la tua timidezza mi piace che alle altre persone sorridi normale e quando sorridi a me invece sembra che tu stia esplodendo mi piace che non finisci le frasi che ad un certo punto cadi nell’imbarazzo e se ti guardo respiri un po’ più forte mi piace…
Mi piace la tua timidezza mi piace che alle altre persone sorridi normale e quando sorridi a me invece sembra che tu stia esplodendo mi piace che non finisci le frasi che ad un certo punto cadi nell’imbarazzo e se ti guardo respiri un po’ più forte mi piace che quando ti tocco non sento la tua pelle ma cosa c’è dentro, tutte le volte che hai avuto paura di parlare e tutte le volte che hai parlato un po’ troppo tutte le volte che ti hanno trattato male e tu non hai risposto tutte le volte che a furia di rincorrere persone hai finito per avere il fiato corto tutte le volte che hai perso il filo del discorso. Mi piace ascoltarti parlare e non sei mai un disco rotto mi piace che hai paura di dire la cosa sbagliata mi piace tentare in tutti i modi di convincerti con gli occhi che non c’è niente di sbagliato in te. Mi piace la tua timidezza che stai in un angolo a guardarmi e dici tutto quanto senza aprire bocca che ti senti troppo piccolo in un mondo enorme mi piace che non sai mai dove trovare le parole mi piacciono le tue labbra perché mi sembra di doverle trovare io per te le parole con gli occhi la bocca le dita la faccia mi piace sentire che il tuo cuore accelera se mi avvicino perché è un mondo di persone superficiali e io ho conosciuto le peggiori non danno importanza a niente e invece tu sei capace di non respirare più solo per un bacio sulla pelle e perché mi fa sentire un po’ speciale. Mi piace la tua timidezza soprattutto ora che la mia un po’ l’ho persa ora che i miei amici mi dicono “come sei diversa” quando non sposto più gli occhi se stanno dentro ad uno sguardo quando ascolto e non mi distraggo quando parlo un sacco e si ricordano di quando prima, Dio, non dicevo una parola mi piace la tua timidezza soprattutto ora che la mia l’ho persa che devo sorridere per lavoro e qualche volta parlare al microfono, mi piace la tua timidezza perché dentro ci sono io adesso che mi sono persa. ARIA è disponibile in tutte le librerie italiane. Ordinalo ora al link in bio .
Notti che andavo a dormire senza mangiare notti a fumare senza dormire. Giorni passati a sperare a ricordare e poi sentire sotto la pelle il gelo notti a cercare di capire da dove nascesse il veleno, notti senza maglietta col caldo di agosto a perdere amici,…
Notti che andavo a dormire senza mangiare notti a fumare senza dormire. Giorni passati a sperare a ricordare e poi sentire sotto la pelle il gelo notti a cercare di capire da dove nascesse il veleno, notti senza maglietta col caldo di agosto a perdere amici, a chiedermi perché non fossi mai abbastanza per nessuno e nemmeno per me giorni che nemmeno il cielo era abbastanza e mi chiudevo con le cuffie nella stanza. Giorni che non vorrei ricordare più ma che fanno parte di me come un maglione vecchio che non ti sta più ma che però tieni lo stesso. Quanto ho pianto -ci pensavo- quanto cazzo ho pianto fino a sentire il cuore spezzarsi. Quanto ho avuto paura di vivere prima di iniziare a farlo. Notti in macchina a girare da sola giorni con la mia amica fuori scuola a raccontare ogni cosa che non avevo mai detto, lei che mi stritola e mi sente il cuore “sta battendo fortissimo” eppure mi sembrava quasi fermo. Stai tranquilla, respira, lascia andare il dolore in un singhiozzo, fidati di me e fidati del mondo ogni cosa tornerà al suo posto. Non è successo per tutta la mia vita e poi è successo poco fa. Giorni passati a letto a guardare il soffitto papà che diceva “stai sprecando del tempo” come i prof a scuola che “è intelligente ma non si applica” perché a me interessava ridere con le mie amiche e correre per i corridoi e incontrare lo sguardo di qualcuno che fosse come me ed essere triste fino a trovare la poesia. Notti passate nella rabbia, pugni forti contro un muro di speranza non parlare tutto il giorno con nessuno fino a che mia sorella non si chiede “ma siamo nella stessa stanza?” Oh, te lo giuro, tutto passa Marzia mi diceva qualcuno. E un giorno tutto questo dolore ti sarà utile. Perché lo potrai raccontare, lo potrai scrivere qualcuno lo leggerà dal cielo e non smetterà più di sorridere. È questo che vuoi, no? Essere capita. Essere guardata negli occhi ed essere guardata. È questo che vuoi, no? E accadrà. Niente più farà così tanto male. Farà male, si ma non così. Perché non siamo il nostro passato, anche se ci ha distrutto. Non siamo il nostro passato, anche se ci ha fatto male. Sappiamo tenere duro. Possiamo essere futuro. ARIA è disponibile in libreria.
Come quando mi chiedono ma dove hai la testa che poi non lo so non so neanchio dove ce lho la testa da un po di tempo a questa parte da quando non sei più nei paraggi e sei rimasto nellaria che sembra banale da dire, e sei rimasto ne i frammenti del mio…
Come quando mi chiedono ma dove hai la testa che poi non lo so non so neanch'io dove ce l'ho la testa da un po' di tempo a questa parte da quando non sei più nei paraggi e sei rimasto nell'aria che sembra banale da dire, e sei rimasto ne i frammenti del mio tempo perso che è perso se non ci sei è perso perché non ci sei e allora rispondo che non lo so non so neanch'io dove ho la testa eppure senza te sento che non ha senso più cercare una risposta a tutto, tu che eri la mia domanda senza risposta la certezza di essere vivi occhi negli occhi, allora rispondo che non lo so non so dove ho la testa, che devono lasciarmi perdere tutti tutti questi stronzi che non fanno che lamentarsi che non conoscono la poesia e l'amore e il dolore che vivono in superficie. E adesso che so cos'è la poesia e l'amore e il dolore, non voglio più vivere in superficie. Fai presto, vieni qui, che da quando non sei più nei paraggi sprofondo ogni giorno e non rinasco mai, ti ricordi quando mi facevi rinascere e ti facevo rinascere? Te lo ricordi quando non volevamo nessuna risposta, solo domande: Mi ami? dormi qui? Sei felice? Che fine faremo io e te sconsiderati e uguali? Non importa, no, non è mai importato. Solo domande, nessuna risposta. Allora, Quando torni? Perché torni, si? Torni. ARIA è disponibile in tutte le librerie italiane e su Amazon al link in bio e nelle stories .
Tratto da ARIA. Il mio secondo romanzo disponibile in tutte le librerie italiane. Acquistalo ora al link in bio e nelle stories .
Tratto da ARIA. Il mio secondo romanzo disponibile in tutte le librerie italiane. Acquistalo ora al link in bio e nelle stories .
78 sono i film che ho visto senza te. 22 i libri che ho letto. 48 sono le persone che ho conosciuto. Più di 700 sono le canzoni che ascoltato, la maggior parte delle quali mi ha fatto pensare a te, quindi a me, a noi. A dove sei, a con chi stai, se mi pensi…
78 sono i film che ho visto senza te. 22 i libri che ho letto. 48 sono le persone che ho conosciuto. Più di 700 sono le canzoni che ascoltato, la maggior parte delle quali mi ha fatto pensare a te, quindi a me, a noi. A dove sei, a con chi stai, se mi pensi mai e tutte quelle robe lì che cantano i cantanti. Almeno 12 sono le cose che ho imparato senza che ci fossi tu a guardarmi mentre ci riuscivo: per esempio a guidare, a guardare fisso dentro agli occhi la gente mentre parlo anche se sono in imbarazzo, a non aver paura dei miei limiti, a credere un po' in me, a portare la bici. Incredibile, eh? Almeno 30 sono tutti i posti nuovi che ho visto e che mi hanno ricordato sempre in qualche modo qualche cosa di te. Ancora 30 le calamite che avrei voluto prenderti e che tu avresti di sicuro attaccato al frigo anche se poi non hai viaggiato mai. 4 le calamite che ti ho preso per sbaglio e un po' per abitudine e un po' perché il pensiero di te mi tormentava tanto da fottermi il cervello. Sono centinaia le stelle che ho visto senza te e 6 quelle cadenti che mi hanno fatto desiderare di vederti tornare. Ma cosa possono le stelle contro l'universo? È una battaglia persa però io ci ho provato lo stesso. 92 le strade che ho percorso 4 sono le auto guidate e 18 i libri usati per studiare. 3 gli esami che ho fatto senza te che mi tranquillizzavi a tuo modo facendomi sentire un po' speciale ma mai troppo, che le persone che si sentono troppo speciali non credono di poter sbagliare e proprio in questo sbagliano. Almeno 50 i baci che ho dato e 78 gli abbracci che ho ricevuto dove in qualche modo fenomenale un poco sentivo pure il tuo profumo. 120 sono i giorni che non ti vedo, 16 le settimane e 2880 le ore. 1008 sono le lacrime che ho versato sul cuscino e 240 le volte che ho creduto davvero che senza te non ce l'avrei mai potuta fare per davvero. Zero sono i giorni, da che non sei qui, che non c'è stato anche solo un accenno di te tutt'intorno, che non t'ho pensato almeno per un secondo, almeno di sfuggita, almeno così, per caso, come fossi ancora qua. ARIA è disponibile in tutte le librerie italiane e su Amazon al link in bio e nelle stories .
Per favore, paranoie, uscite dalla mia testa e lasciatemi respirare.
ARIA disponibile in tutte le librerie italiane. Su Amazon al link in bio e nelle stories .
Per favore, paranoie, uscite dalla mia testa e lasciatemi respirare. ARIA disponibile in tutte le librerie italiane. Su Amazon al link in bio e nelle stories .
Quando dici lascia stare quando dici lasciami perdere lasciami andare quando dici a me che non posso capire quando coi pugni chiusi dici non mi puoi aiutare quando dentro agli occhi hai gli avanzi di tutti i dolori che ti hanno distrutto i sogni quando vuoi…
Quando dici lascia stare quando dici lasciami perdere lasciami andare quando dici a me che non posso capire quando coi pugni chiusi dici non mi puoi aiutare quando dentro agli occhi hai gli avanzi di tutti i dolori che ti hanno distrutto i sogni quando vuoi chiuderti in stanza solamente e non pensare al mondo e dormire tutto il giorno quando di parlare non hai voglia per niente quando cerchi una scusa per non uscire quando credi sul serio che nessuno al mondo ti possa capire io non mi arrendo capisci che intendo? Resto combatto ti ascolto se gridi se sbraiti se ti odi se ti devasti se credi che sia tutto perso io resto ti stringo nelle mani le mani sorrido forte fino a che non trovo tra le macerie il sorriso tuo che si è nascosto bene fino a che non lo riprendo e te lo porto intatto. Vedi quando ti dicevo che tra me e gli altri c'è una bella differenza io intendevo proprio questo che quando dici lascia perdere quando mi dici vattene che non capisci niente io invece ti capisco o perlomeno mi sforzo io mi siedo di fronte a te in silenzio e aspetto che ti venga voglia di parlare o di sbuffare o di sorridere ma solo per sbaglio io aspetto resto non scappo e puoi incazzarti e puoi odiarmi e puoi odiarti anche se sbagli e puoi prendermi a schiaffi ma quando mi dici di andarmene via di lasciar perdere il casino che sei di fuggire più lontano che posso prima di perderci il cuore io non ci rifletto nemmeno per un attimo mi metto accanto a te se non ti muovi ti abbraccio ti aspetto ci sono puoi provare a cacciarmi a spaventarmi ma tanto non ci casco non sono come gli altri io resto. Tratto da ARIA, il mio secondo romanzo. Disponibile in tutte le librerie italiane e su Amazon al link in bio e nelle stories .
ARIA è disponibile in libreria. Puoi acquistarlo al link in bio e nelle stories .
ARIA è disponibile in libreria. Puoi acquistarlo al link in bio e nelle stories .
ARIA è partito benissimo. Anche meglio di “Io, Te e il mare”. Io sono più che felice. Tutto il lavoro che ho fatto sta prendendo un senso. Sono felice che vi stia piacendo, non potrete mai capire quanto. Non dimenticate di farmi sapere che cosa ne pensate…
ARIA è partito benissimo. Anche meglio di “Io, Te e il mare”. Io sono più che felice. Tutto il lavoro che ho fatto sta prendendo un senso. Sono felice che vi stia piacendo, non potrete mai capire quanto. Non dimenticate di farmi sapere che cosa ne pensate ma soprattutto che emozioni vi ha suscitato. Grazie di tutto, con tutta la sincerità del mondo, Marzia
Non sono una persona facile, non lo sono mai stata ho sempre avuto più difetti che pregi più voglia di isolarmi che di farmi capire più malinconia nelle vene, più passione che certezze da dare, ho sempre avuto più piacere a starmene per conto mio piuttosto…
Non sono una persona facile, non lo sono mai stata ho sempre avuto più difetti che pregi più voglia di isolarmi che di farmi capire più malinconia nelle vene, più passione che certezze da dare, ho sempre avuto più piacere a starmene per conto mio piuttosto che a sentirmi sola con persone con la quale non ho proprio niente in comune. Sono sempre stata una persona difficile, strana, pure sicuramente particolare: non mi apro facilmente e per poterci riuscire, per leggermi nella mente non hai bisogno di istruzioni ma di sapere che cos'è l'empatia e di sapere che cos'è il dolore, non hai bisogno di ragionare hai bisogno di usare il cuore. Sono impacciata e mi va troppo spesso il cuore in gola, ma almeno io mi so ancora emozionare, sono lunatica però ogni mattina aspetto il sole per sentire che tutto va bene, che l'alba arriva anche dopo la nottata peggiore passata a pensare a non riuscire a dormire a non avere più voglia di sognare ma di vivere. Non sono mai stata una persona facile sono troppo riflessiva troppo piena di paranoie mi arrabbio all'improvviso e manco so perché o una cosa la amo o per me non esiste proprio o una persona mi sta a cuore o non c'è spazio per lei nella mia vita, divento triste così, senza una ragione e forse dev'essere tristezza accumulata chiusa dentro me come dentro a una prigione, non so chiedere scusa non so dire ad alta voce come mi sento ed è un peccato perché a volte vorrei gridare poesie bellissime e invece mi esce solo un vaffanculo, io non sono una persona facile ma so restare so amare con ogni parte di me so esserci davvero, non sono una persona semplice e non biasimo chi se n'è andato perché probabilmente l'avrei fatto anch'io, a chi piacciono troppe complicanze? A chi piace dover assicurare ogni due ore "si, ti voglio bene, voglio restare" a chi piace tentarle tutte per capire e non avere mica tutto chiaro subito? Sono una persona difficile, però ho tanto tantissimo da dare. ARIA è disponibile in tutte le librerie italiane. Puoi ordinarlo su Amazon al link in bio e nelle stories .
Mi manchi. Ti penso mentre sono in giro per gli alberghi nelle stazioni, nelle canzoni, nelle nottate lunghissime dove non dormo mai e finisco sul balcone a fumare, a guardare le stelle, a dare un nome a quello che mi succede, a non trovare più un senso a…
Mi manchi. Ti penso mentre sono in giro per gli alberghi nelle stazioni, nelle canzoni, nelle nottate lunghissime dove non dormo mai e finisco sul balcone a fumare, a guardare le stelle, a dare un nome a quello che mi succede, a non trovare più un senso a niente a sentirmi meno forte di quello che sono perché non capisco mai quanto sono forte fino a che non crollo e devo rialzarmi e devo farlo da sola altrimenti rimango lì per terra e non mi trova più nessuno. Mi manchi e ti penso tra la gente che mi stringe negli abbracci, che mi guarda negli occhi, che mi dice che sono grande e io rispondo tra me e me che sono grande si, ma probabilmente grande di età anche se di anni ne ho pochissimi e prendo poco spazio quando mi stringo in me stessa grande come quando ho affrontato tutto quello che mi ha cambiato, grande perché non sono mai stata spensierata e mai lo sarò. Se non ti conoscessi non saprei cosa vuol dire svegliarsi già col sorriso. E sorridere come una scema per un quarto d’ora quando mi saluti al telefono. Se non ti avessi mai conosciuto non saprei essere così dolce. Mi manchi e ci penso negli alberghi, tra i profili, nella pioggia, tra i palazzi, chiudere gli occhi mi fa bene se immagino di abbracciarti. Non so mai che cazzo dirti ma starei tutto il cazzo di giorno a guardarti. ARIA è disponibile in tutte le librerie italiane. Ordinalo ora al link in bio e nelle stories .
Grazie @antoniodikeledistefano è stato un grande piacere. 🙏